mobile / archive / rss
*

settembre, in fondo, è come quando una ragazza ti ha infilato per la prima volta una mano sotto i pantaloni. ti senti inevitabilmente pieno di energia, pensi che tutto sarà meraviglioso e potrà succedere qualsiasi cosa, con il pensiero che corre vertiginosamente a come e quando tutto lo scibile umano potrà accadere, e magari poi succede davvero. oppure non succede niente e tutto continua come prima, ad eccezione di un persistente ed inspiegabile nervosismo.
bentornati

La versione di Chamberlain. (via sweetpotatopie) (via plettrude) (via apneadiparole) (via zuppadivetro) (via lospaziobianco) (via curiositasmundi)

sparacchiato qui il 21 September 2012